Come fare la skincare a 25 anni?

Qualche mese fa ho notato le prime rughe d’espressione e subito mi è partito il panico: come iniziare a fare una skincare completa a 25 anni? Pensavo di usare tutti i prodotti giusti, quelli più in linea con la mia pelle…eppure il tempo non si può fermare e quindi ho deciso di iniziare a prendermi cura della mia pelle per questa sua nuova stagione. Ai tempi del liceo amavo farmi maschere e sperimentare con il “fai da te” (maschere al miele, limone, zucchero, avocado, uovo…sì, le ho provate tutte!), ma se c’è una cosa che ho imparato è che ogni pelle è diversa e ha le proprie necessità, in ogni stagione della vita. La skincare dovrebbe, quindi, guardare non tanto all’età anagrafica della pelle, ma alle sue necessità. E non credo esista una skincare completa da fare a 25 anni, solo quella più adatta a te! Oggi ti racconto la mia esperienza, quali prodotti uso e come trovare i giusti passaggi per la tua pelle!

Nota: non sono una professionista del settore, tutto ciò che ho scritto in questo articolo è frutto della mia personalissima esperienza 🙂

Partiamo dalle basi. Skincare non significa altro che “cura della pelle”, con lo scopo di mantenerla giovane, pulita e tonica più a lungo, oltre che idratata. Non per tutti è importante prendersi cura della pelle del proprio viso e collo, ma per me rappresenta un momento di profondo contatto con me stessa, un ritaglio ti tempo che mi regalo ogni giorno. Per fare la skincare nel modo corretto bisogna conoscere bene la propria pelle, ascoltarla e accettarla…anche se ha qualche rughetta che proprio non ci piace!

La skincare andrebbe fatta sera e mattina, con diversi tipi di passaggi e qualche step da fare 1 o 2 volte a settimana. Esistono più tipi di skincare, da quella essenziale e minimalista a quella coreana. Il mio consiglio? Prova e sperimenta, poi scegli quello che fa per te! Per esperienza non c’è un tipo di skincare che vada bene per tutti, ma ci sono dei passaggi fondamentali da rispettare, che ti racconto a breve.

Prevenzione è, per me, la parola numero uno: è proprio questa, in genere, l’età in cui la pelle inizia a perdere la propria elasticità e a dare i primi segni del tempo. L’invecchiamento è un processo naturale, ma per mantenerla giovane più a lungo è importante prendersene cura nel modo corretto.

Skincare a 25 anni: la mia esperienza

Ho sempre avuto un volto molto espressivo, ma ho iniziato a notare i primi segni del tempo a partire da quando ho iniziato a passare tanto tanto tanto tempo davanti al pc. Fronte spesso corrugata, luce blu dello schermo e call ogni ora non hanno aiutato.

Se poi consideriamo che dormo sul fianco sinistro schiacciando il viso contro il cuscino è normale che sia proprio sulla parte sinistra del viso che noto i primi segni del tempo!

Messi da parte quei pochi passaggi di skincare che facevo prima, ho strutturato una nuova routine più adatta a questa nuova stagione della mia pelle. Pelle che conosco molto bene! La mia è una pelle mista e sensibile, ma anche allergica a molti ingredienti chimici che rientrano nella categoria dei “profumi” che vengono inseriti nei prodotti beauty. Poco tendente a brufoli e punti neri non ha grosse imperfezioni, ma in genere le mie occhiaie sono piuttosto scure anche quando dormo molto.

Se vuoi iniziare a fare skincare nel fiore dei tuoi 25 anni o vuoi rinfrescare i passaggi che già fai ti consiglio di capire prima di tutto il tuo tipo di pelle e poi di sperimentare! Certo, non è sostenibile comprare tanti prodotti diversi e testarli tutti…ma ti svelo il mio segreto. Frequento sempre la stessa profumeria e quando compro qualche prodotto mi regalano sempre dei tester. Chiedi alla tua commessa di fiducia proprio quel siero che vorresti testare! In questo modo senza spendere di più potrai mettere alla prova anche i prodotti che sogni da tempo. Un altro trucchetto che uso è quello di approfittare degli sconti online, ma su questo credo siamo tutte delle esperte 🙂 se ti interessa saperne di più scrivimi nei commenti!

Se, come me, hai notato negli anni qualche arrossamento o delle dermatiti sulla pelle contatta il tuo medico. Fidati! Ho iniziato ad avere i primi problemi alla pelle a 14 anni – proprio quando ho iniziato a truccarmi – e solo a 22, facendo le giuste prove allergiche, ho scoperto che più della metà dei prodotti che usavo erano per me nocivi!

La mia skincare è semplice, non minimalista, ma sicuramente con pochi passaggi. Ne ho una per la mattina e una per la sera – l’unica differenza è che la sera metto l’olio e la mattina la protezione solare. Cerco di evitare di truccarmi troppo e quando posso limito l’uso di makeup sul viso (in genere un velo di mascara e un po’ di rossetto mi bastano) e bevo…tanto! Idratare da dentro la pelle credo sia più importante che idratarla da fuori.

I passaggi fondamentali per la mia skincare da fare ogni giorno

Regola numero uno: leggere l’INCI – una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti presenti all’interno di un prodotto cosmetico – e comprendi bene quali prodotti stai per usare sul tuo viso. Non sono qui a dire “siliconi sì, siliconi no”, ma solo a suggerirti di essere consapevole.

Come leggo l’INCI? Cerco di capire se il prodotto in questione contiene o meno gli elementi a cui sono allergica e ne controllo la composizione. Si tratta di un prodotto a base di acqua o olio? Coloranti strani ne abbiamo? E ingredienti di cui non conosco nulla e che sono da googlare?

Vorrei essere una super esperta in materia, ma non lo sono. Ecco un libro che mi ha illuminata e che potrebbe essere utile anche a te!

Primo passaggio: la detersione. Mi strucco anche quando sono senza trucco e lavo il viso anche la mattina! Follia? No! Pulire la propria pelle è il primo passaggio indispensabile da fare per assicurarsi di rimuovere tutto lo sporco e le impurità dal viso. Non vorrai mica otturare pori sporchi applicando l’olio e poi ritrovarti piena di punti neri!

Un passaggio che ho sbagliato per parecchio tempo è stata proprio la detersione: la mattina lavavo il viso con il sapone per le mani (malissimo! Il PH del viso è tutto diverso!) e la sera mi struccavo con il latte detergente e poi, per togliere del tutto il trucco, lavavo il viso…sì, sempre con la saponetta per le mani.

Oggi uso un sapone dedicato proprio alla detersione del viso, delicato e con diversi oli essenziali e olio di oliva. Si tratta di un prodotto un po’ caro e pensato per le pelli molto delicate come la mia, che ti lascio qui in una delle varianti disponibili in commercio. Lo uso sia la mattina, per togliere lo sporco accumulato durante la notte, sia la sera per togliere il trucco. In genere la sera faccio due sciacquate con questa saponetta, così che tutto lo smog e lo sporco della giornata se ne vadano dalla mia pelle.

A 25 anni potresti non avere le mie stesse necessità, quindi puoi provare a struccarti anche con dei prodotti diversi, come l’acqua micellare o il latte struccante. Ti suggerisco di non usare mai le salviette struccanti e di sciacquare bene il prodotto dal viso. Specialmente quanto togli il trucco fai due passaggi, magari con due prodotti diversi (il primo più aggressivo sul makeup e l’altro più delicato sulla pelle), ma non sottovalutare l’importanza di questo step!

Secondo passaggio: tonico. Il tonico serve per dare un booster ai prodotti che utilizzerai dopo sulla pelle. Non è uno di quei passaggi indispensabili e fondamentali, ma a me piace e lo faccio mattina e sera. Ho provato diversi tonici presenti sul mercato, come quello della Garnier, e ultimamente sto provando un tonico fai da te a base di acqua, aceto di mele e olio essenziale di Tea Tree per una maggior azione disinfettante, perfetta per prevenire brufoli e punti neri. Fammi sapere fra i commenti se vuoi la ricetta 🙂

Terzo passaggio: idratazione. C’è chi usa un siero e poi usa la crema, chi usa solo la crema…e poi ci sono io. Io che ogni mattina e ogni sera cambio questo passaggio a seconda di ciò che serve alla mia pelle.

Raramente uso un siero per una maggiore idratazione, ma l’Hydra Beauty di Chanel quando mi serve è fantastico. Costa, sì, ma ne vale la pena! Questo passaggio lo faccio o la mattina o la sera, solo se so che sarà una giornata pesante o se ho usato molto trucco sulla pelle.

Ogni sera, però, uso qualche goccia di collagene o di acido ialuronico sulla fronte, per aiutare questa zona così critica della mia pelle; a riguardo sto ancora sperimentando diversi prodotti e non ho ancora trovato quello perfetto per me, ma ti suggerisco di usare in questa fase un prodotto a base di acqua. Se sceglierai un prodotto a base di olio andrai ad otturare i pori della pelle e qualsiasi cosa tu metta dopo non verrà assorbita! Se vuoi provare un siero (quindi a base di acqua, a differenza degli oli) prova questo a base di acido ialuronico e collagene. In alternativa anche il retinolo è un ingrediente pazzesco contro le rughe, ma non ho ancora trovato il prodotto che fa per me.

In genere dopo il tonico e il siero uso subito la crema, una per il contorno occhi a base di vitamina C contro lo scuro delle occhiaie, e una per il viso. Non me la sento di consigliarti una crema contorno occhi adatta a tutti, perché si tratta di una zona davvero molto delicata che deve essere trattata in base alle tue necessità. Prova a dare un’occhiata qui e a capire cosa potrebbe servirti!

La crema viso, invece, dovrebbe essere diversa tra mattina e sera. Sinceramente non posso farcela ad avere due creme diverse, quindi uso una crema specifica per la mia pelle che ho comprato il farmacia, facendomela consigliare dal mio medico…questo solo perché sono delicatina con gli allergeni, ma se tu sei in salute e non hai le mie problematiche trova la crema adatta a te, in base al tuo tipo di pelle, in farmacia o al supermercato.

Quarto passaggio: protezione solare la mattina e olio la sera. Ogni mattina, che sia estate, inverno, che stia a casa o che vada al mare, uso la crema solare. Al di là del fatto che proteggere il viso dai raggi solari aiuta a prevenire il fotoinvecchiamento, questo step è fondamentale per evitare tumori alla pelle. In particolare presto attenzione al contorno occhi: utilizzando la crema alla vitamina c devo evitare di esporre la zona al contatto diretto con il sole, per evitare di macchiarla. Piuttosto evito la crema alla vitamina c la mattina se so che passerò molto tempo al sole, ma indosso sempre gli occhiali e, se sono davvero molto esposta, un cappello. Ecco alcune creme che puoi provare per la tua skincare.

La sera, invece, uso un olio per bloccare tutti i prodotti che ho usato prima e fare in modo che vengano assorbiti per bene. Ne ho di diversi, quindi scelgo quello che più mi va in base anche alla pesantezza dei diversi oli, ma uno che per me è infallibile è l‘olio di mandorle dolci. Ci mette un po’ ad assorbirsi, ma ne basta veramente una sola goccia e ha un effetto elasticizzante anche sulle mani! In inverno, invece, uso l’olio di cocco, più pesante e denso di quello di mandorle, ma che sulle mie labbra è potentissimo. Uso ancora le scorte che ho comprato in India tanti anni fa, ma ne trovi di ottimi anche qui.

Questi sono i 4 step che faccio ogni giorno e che mi richiedono davvero 5 minuti! Per esperienza ti consiglio di evitare di usare tanto prodotto, meglio poco e ben assorbito, specialmente se poi devi passare tutto il giorno fuori casa e non vuoi sembrare glassata. Trovo che massaggiare il viso sia un buon modo per modellarlo e far assorbire bene il prodotto, meglio se con movimenti verso l’alto. Per chiudere la skincare applico un po’ di burrocacao e il gioco è fatto!

Nella mia skincare devo fare le maschere anche se ho 25 anni?

Te lo dico molto sinceramente: io e le maschere non andiamo d’accordo. Le trovo fastidiose, me ne dimentico, mi colano, metto gli occhiali e faccio un disastro…insomma, non fanno per me.

So che dovrei fare una bella maschera una volta a settimana, ma ho notato che la mia pelle ha più bisogno di essere esfoliata che ulteriormente idratata. Ecco perché una o due volte a settimana faccio un veloce e leggero scrub su viso e corpo a base di fondi di caffè, olio e miele oppure, se non ho proprio tempo, lavo il viso con una spazzola in silicone. So che gli esperti del settore probabilmente non suggerirebbero questo tipo di applicazione, ma con tutti i test che ho fatto ho notato veri miglioramenti solo così. Ancora una volta, ascolta la tua pelle! E se vuoi coccolarti un po’ di più scegli una maschera esfoliante per il viso, una maschera idratante o uno scrub per il viso o per le labbra.

Skincare a 25 anni: riepiloghiamo

Per riepilogare, quali sono i passaggi per una skincare completa? Dipende dal tuo tipo di pelle, ma ecco quali sono gli indispensabili!

  1. Detersione e pulizia del viso
  2. Idratazione con una crema idratante
  3. Protezione solare
  4. Una o due volte a settimana: scrub e maschera

Ecco, invece, una routine completa con diversi passaggi facoltativi:

  1. Detersione e pulizia del viso
  2. Tonico
  3. Siero
  4. Crema idratante – anche una per ogni zona
  5. Crema solare di giorno
  6. Olio la sera
  7. Utilizzo di strumenti come la gua sha, il giada roller o il face tape

Ti è piaciuto questo articolo? Fammi sapere tra i commenti cosa ne pensi e quali sono i tuoi prodotti indispensabili per la skincare!

 

Lascia un commento