Come guadagnare con un blog

come guadagnare con un blog

Questo articolo che ti racconta come guadagnare con un blog è stato scritto da Stefania di insidetheweb, web designer che aiuta professioniste e creative a creare il proprio sito internet.

Perché e quando si può guadagnare con un blog?

Un blog è uno dei mezzi più efficaci che ti permettono di acquisire autorevolezza. Attraverso i tuoi articoli puoi esprimere e dimostrare le tue competenze, la tua esperienza e le conoscenze riguardo alla casa e all’arredamento. È uno spazio tutto tuo, in cui puoi scrivere tutte le tipologie di informazioni che vuoi condividere con le persone. Oltre a questo, però, è anche un vero e proprio salotto virtuale, dove le persone possono confrontarsi con te scambiando opinioni e consigli, scrivendoti direttamente nei commenti del tuo blog di arredamento.

Tutto questo porta le persone a conoscerti e a fidarsi di te.

Per guadagnare con un blog ci sono alcuni requisiti molto importanti da tener presente:

  1. Avere un blog ottimizzato: per guadagnare con un blog di arredamento è di fondamentale importanza che questo sia ottimizzato. In poche parole, deve avere una velocità di caricamento inferiore a 5 secondi, deve essere pensato per poter fruire dei suoi contenuti anche da mobile, deve avere un’architettura delle informazioni ottimale e pensata per permettere ai lettori di trovare subito ciò che cercano sul tuo blog.
  2. Avere traffico: è uno degli aspetti fondamentali per riuscire a guadagnare con un blog WordPress. Puoi ottenere ottimi risultati lavorando sul tuo sito in ottica SEO, che è l’aspetto fondamentale per poter portare visibilità e traffico al blog.
  3. Posizionarti come esperta: un blog ottimizzato e la creazione di contenuti con un’alta e regolare frequenza, faranno capire fin da subito ai lettori del tuo blog di arredamento e design, che fai sul serio e sei una professionista del settore.
  4. Avere una community attiva: avere persone che interagiscono con il tuo blog è importante per costruire la tua credibilità online. Inoltre, questo ti porterà maggior visibilità grazie al passaparola che le persone fanno sui social network, consigliando il tuo blog di arredamento come luogo per trovare consigli e idee.
  5. Contenuti di valore: è l’aspetto centrale di ogni blog di successo. Creando contenuti di valore aiuti la tua community a risolvere piccoli o grandi problemi, a trovare ispirazioni e proposte per la casa e l’arredamento.

Come guadagnare con un blog di casa e arredamento

Ci sono molti modi per guadagnare con un blog WordPress che abbia come tema la gestione della casa e l’arredamento del proprio appartamento. Ecco alcuni esempi:

  • Inserire banner pubblicitari. Con AdSense puoi inserire banner pubblicitari sul tuo blog WordPress. Come funziona? Inserisci nel tuo sito il banner, l’utente clicca sulla pubblicità, l’inserzionista paga (una parte va a te e una a Google). L’unica pecca di questo meccanismo è che per avere un guadagno sostenibile, il tuo blog deve avere davvero molti accessi. Quindi è fondamentale creare una community attiva, lavorare molto bene sulla SEO dei tuoi articoli e creare contenuti di qualità con frequenza quasi quotidiana.
  • Direct marketing: puoi inserire banner pubblicitari offrendo lo spazio sul tuo sito direttamente alle aziende che selezioni tu. Il meccanismo di fondo è simile a quello di AdSense, ma in questo caso i guadagni arrivano direttamente dall’azienda che sceglie di collaborare con te.
  • Donazioni: inserendo il collegamento a PayPal puoi chiedere ai tuoi lettori una piccola donazione, come ti offrissero un caffè virtuale. È un modo per ringraziarti dei preziosi contenuti che offri e per aiutarti a poter creare contenuti sempre più utili per loro.
  • Creare stampabili: puoi guadagnare con il tuo blog WordPress creando e vendendo file scaricabili. Potresti offrire, ad esempio, una checklist per il decluttering stagionale, un template per la preparazione dei pasti oppure un pdf con i tuoi migliori consigli per arredare la camera da letto.
  • Offrire un servizio in abbonamento: puoi creare sul tuo blog di arredamento e design, una sezione destinata alle persone disposte a pagare un abbonamento per poter leggere i tuoi contenuti. In questa parte potrai inserire articoli esclusivi e riservati oppure approfondire temi che hai trattato sul tuo blog, ma che sai essere di particolare interesse per il tuo target.
  • Affiliazione: puoi inserire sul tuo blog link di affiliazione con e-commerce, come Amazon. Oltre ad inserirli negli articoli, ogni volta che parli di un prodotto, puoi usare questi link anche per creare delle raccolte di link da condividere con i tuoi lettori, magari nel servizio in abbonamento.
  • Articoli sponsorizzati: puoi proporti alle attività che trattano di arredamento o complementi d’arredo per la casa, per scrivere di alcuni loro prodotti sul tuo blog. Potresti rivolgerti alle piccole attività della tua città: in questo modo potrai dare loro un aiuto in termini di visibilità e notorietà, che in questi periodi incerti sarà sicuramente molto apprezzato!
  • Diventare blogger in chief: dimostrando la tua competenza potresti diventare una blogger content creator e scrivere articoli per le aziende. Un esempio di questo, nell’ambito della cucina, è Benedetta Rossi (di Fatto in casa da Benedetta) che scrive articoli per Pane e Angeli.

Partita IVA vs Cedolare Secca per guadagnare con un blog

Come avrai notato dalla mia presentazione all’inizio di questo articolo, io sono web designer, quindi mi occupo di creare siti web. Quello che posso dirti su come si guadagna con un blog, in base alla mia esperienza è che questo tipo di monetizzazione va fatta con partita IVA.

La cedolare secca riguarda un lavoro occasionale, quindi con questo sistema hai molta limitazione riguardo alle strategie di guadagno. Ad esempio, non puoi inserire i banner né i link affiliati sul tuo blog, tanto meno avere un e-commerce come nel caso della vendita di prodotti scaricabili o di abbonamenti.

Se la tua intenzione è quella di diventare una blogger professionista nell’ambito dell’arredamento e della gestione della casa, ti consiglio di aprire partita IVA. In questo modo dimostrerai da subito alle aziende la tua serietà e saranno sicuramente più propense ad affidare la loro immagine ad una professionista affidabile.

In ogni caso, il primo passo da fare è chiedere consiglio ad un commercialista esperto in materie digitali e del web. Un buon commercialista è il tuo miglior alleato per poter guadagnare con il tuo blog in modo sostenibile e legale.

Quanto si può guadagnare con un blog

A questo punto ti starai chiedendo quanto potresti effettivamente guadagnare con il tuo blog di casa e arredamento.

La risposta è dipende!

I fattori sono molteplici: primo tra tutti la quantità di traffico che riesci a portare ai tuoi articoli. Per raggiungere un obiettivo che ti permetta di guadagnare oltre le poche decine di euro al mese, devi avere una strategia per il tuo business. Il mio consiglio è quello di integrare la creazione di un ottimo sito professionale, con una pressoché perfetta strategia SEO, ad una attenta strategia social che ti permetta di veicolare i tuoi follower verso il tuo blog.

Un altro importante fattore è dato dalla strategia di monetizzazione che scegli. Se decidi, ad esempio, di creare link di affiliazione, il tuo guadagno dipende dalla percentuale di introiti prevista dall’azienda. Amazon, ad esempio, per alcune categorie prevede un guadagno di pochi centesimi. Quindi in questo caso ti consiglio di cercare molto bene le aziende specializzate nell’arredamento e nel tema della casa per poter capire come ottimizzare i guadagni dalle vendite in affiliazione.

Insomma, le potenzialità di guadagno sono davvero alte, con una falce molto grande dalle poche decine di euro al mese alle migliaia.

Conclusioni

Prima di aprire il tuo blog è importante capire cosa vuole il tuo target in modo da poter rispondere alle sue esigenze specifiche offrendo contenuti di grande valore.

Per ottimizzare la tua strategia dovresti avere anche conoscenze, abbastanza approfondite, di SEO, grafica, social media management, ottimizzazione blog, analisi dei dati e promozione.

Sono molti argomenti, molto diversi tra loro, ma nessuna paura! Se non hai tempo per formarti su tutti questi oppure semplicemente non vuoi togliere tempo prezioso al tuo lavoro, puoi sempre delegare a degli esperti. Questa che inizialmente ti sembrerà una spesa, scoprirai con il tempo essere un investimento. Con la sinergia di tutti questi elementi, un po’ di tempo, di pazienza e di impegno, riuscirai sicuramente a raggiungere il tuo sogno e diventare una blogger professionista in campo dell’arredamento e della gestione della casa.

Perché oltre a tutte queste competenze devi tener conto anche del tempo e della pazienza? Perché il tuo obiettivo deve essere quello di creare un valore reale in modo da poter costruire una community attiva. Per fare questo ci vogliono proprio tempo e pazienza: le persone devono scoprirti, imparare a fidarsi di te, capire che sei un’esperta nel settore della casa e dell’arredamento. Per questo è importantissimo che tu abbia una pubblicazione costante, meglio se giornaliera.

Il tuo blog WordPress in questo modo diventa per te una vera e propria vetrina, in cui mostrare le tue competenze e attirare l’attenzione di professionisti e aziende che potrebbero chiedere il tuo intervento anche per corsi o webinar specializzati nei temi dell’arredamento.

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto e d’ispirazione per capire come monetizzare con il tuo blog di arredamento. Fammelo sapere lasciando un commento o contattandomi in privato.

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi approfondire il tema puoi leggere anche:

Lascia un commento