Budget personale: come fare e gestire il budget mensile+Foglio di lavoro Gratis

Come fare e gestire il budget personale mensile

Il tema dei soldi, spesso, mette in crisi: come gestire un budget, come organizzare le proprie spese e come fare a risparmiare senza dover fare rinunce? Anche io, come te, mi sono ritrovata in quel punto della mia vita in cui iniziavo ad avere un’ingresso mensile, un po’ di soldini da parte e diverse spese, sulle quali mi sembrava di non avere il controllo. Invece, un metodo per tenere d’occhio le proprie spese e, soprattutto, i propri risparmi esiste ed è un budget mensile, personale e di coppia, che io gestisco con un semplicissimo foglio Excel. Sorpresa? Alla fine di questo articolo potrai scaricare il foglio che utilizzo in modo totalmente gratuito ed utilizzarlo per fare i tuoi conti!

Ma partiamo dalle basi: cosa significa budgeting e cosa si intende con budget personale, di coppia o di famiglia?

“Budgeting” è un termine che significa proprio “fare budget”: una pianificazione puntuale messa in pratica per gestire spese e guadagni. Si tratta di una pratica utilizzata dalle aziende per controllare il denaro e raggiungere obiettivi di medio e lungo termine. Gestire un budget personale è la stessa cosa: sapere quanto puoi spendere, perché sai quanto guadagni. Quando ho iniziato, ormai 4 anni fa, a fare il mio budget mensile mi consideravo proprio come una piccola impresa; oggi, da 3 anni a questa parte, faccio la stessa cosa con il mio compagno e gestiamo le spese di casa con questo metodo.

La tua finanza personale non deve spaventarti: gestire le entrate e le uscite della propria casa con un budget non è una “fissa” o una “mania”, ma un metodo efficace per verificare che sia tutto in ordine e non andare in perdita. Ma anche per avere quei soldi in più da parte per poter fare fronte ad eventuali imprevisti! In questo modo la tua vita domestica non sarà dominata dal denaro, ma imparerai a gestirlo a seconda delle tue esigenze.

Step per fare un budget domestico mensile

Per fare un proprio budget personale o di coppia, bisogna avere chiari degli elementi:

  • Entrate
  • Uscite
  • Risparmi

Le entrate non sono altro che la somma di tutti i soldi in entrata di una persona o di una coppia. Possono essere redditi attivi, come lo stipendio, e passivi, come le entrate che derivano dall’affitto di una casa.

Le uscite sono tutte quelle spese che si hanno nel proprio mese: ci sono spese fisse, come l’affitto, e spese variabili, come le cene fuori con gli amici.

I risparmi, poi, sono tutti quei soldi che vengono messi da parte: c’è chi li mette da parte senza accorgersene (e senza sapere quanti siano questi soldi) e chi, facendo un budget mensile, li controlla e risparmia sulla base di obiettivi. Questi risparmi, poi, possono essere anche investiti.

Nel metodo che ho affinato per il mio budget mensile di coppia sono partita dal calcolo delle uscite ipotetiche che avrei avuto ogni mese convivendo con il mio compagno, poi ho fatto il calcolo di quante sarebbero state le entrate nette e ho tolto alle entrate le uscite. Della differenza, cioè ciò che mi restava in tasca, ho deciso che una parte sarebbe diventata risparmio e il resto denaro che avrei potuto utilizzare per qualsiasi spesa extra. Ecco gli step spiegati passo passo!

Primo step: le uscite di casa

Se non hai mai tenuto traccia delle tue uscite puoi fare un check controllando l’estratto conto della tua banca. Se, invece, le hai già registrate in un’app o su un blocco note, allora avrai una base di partenza chiara. In ogni caso, le uscite, devono essere controllate e registrate.
Quando si fa un budget mensile per la prima volta le uscite di coppia saranno stimate, ma quando si inizia a gestire il budget mese su mese il totale delle spese sarà sempre più chiaro ed evidente! Noi, ad esempio, sappiamo che di bollette spendiamo sempre 100 euro al mese, perché gestiamo il nostro budget da tanto tempo; all’inizio, quando avevamo fatto le prime stime dopo il trasloco, avevamo calcolato circa 150 euro al mese e poi, convivendo e imparando a risparmiare in casa, siamo riusciti ad affinare questa spesa.

Se vuoi approfondire il tema del risparmio casalingo, leggi questo articolo in cui ti racconto i miei metodi!

Quali possono essere alcune delle uscite fisse e variabili? L’affitto o il mutuo, le bollette, la spesa, l’abbonamento della palestra, il corso di nuoto, quello di pilates o yoga, la spesa per la macchina, il costo della benzina.

Tieni traccia anche delle spese extra: consideri di andare a mangiare fuori una volta a settimana? Sai che dovrai spendere di più per qualche viaggio? Queste spese extra saranno una parte del budget mensile che avrai a disposizione per le tue uscite, per non andare a toccare i risparmi. Trovo questo metodo utile perché, nel calcolare il mio budget, considero sempre anche i risparmi.

Un consiglio: categorizza le tue uscite, per capire quali siano le aree della tua vita in cui spendi di più, per capire dove poter risparmiare e dove ridurre la spesa. Avrai delle spese essenziali, come l’affitto, e altre non essenziali, come il cinema.
Quando farai il controllo mensile chiediti se le spese che hai fatto erano davvero essenziali e se, nel mese successivo, avrai intenzione di mantenere le stesse uscite.

In breve:
1. Stima le tue uscite mensili per poter fare il tuo primo budget + stima quanto vorresti risparmiare
2. Verifica ogni mese le tue uscite e chiediti se ci siano delle aree in cui puoi spendere meno
3. Riadatta le stime. All’inizio ti consiglio di farlo ogni mese, poi, una volta presa la mano puoi iniziare a farlo ogni 6 mesi

Secondo step: le entrate

Il secondo step, nella maggior parte dei casi, è semplice: fai la somma di quelle che sono le entrate della vostra coppia. Mi raccomando, considera le entrate nette, cioè il denaro che potrai effettivamente utilizzare.

Step 3: il bilancio

Fare il bilancio è semplice, basta sottrarre alle entrate le uscite e verificare che ci sia un effettivo margine di risparmio e che le uscite non superino le entrate, altrimenti significa che stai vivendo al di sopra delle tue possibilità.

Fin qui tutto bene, ma…il risparmio? Personalmente, una volta fatto il mio primo budget e valutato che le mie entrate erano maggiori delle uscite, ho deciso che avrei voluto risparmiare un tot ogni mese, per poter avere da parte quei soldi in più per le necessità, per i viaggi, per un mutuo, per il fondo pensione ecc. Come gestire il proprio risparmio è una cosa del tutto personale! Io, ad esempio, investo una parte del risparmio ogni mese in azioni, una seconda parte in fondo pensione e il resto lo accumulo, perché ho valutato che mi serviranno dei liquidi per alcune spese che dovrò affrontare nei prossimi anni.

Fare e gestire il proprio budget personale mensile: Excel Gratis!

Per renderti la vita più semplice, perché ci sono passata anche io e ci ho sbattuto la testa più volte, metto a tua completa disposizione questo file Excel che puoi utilizzare per:

-Calcolare il tuo budget mensile per la prima volta
-Tenere traccia del tuo bilancino ogni mese

Personalmente lo uso in Drive, condiviso con il mio compagno, per poterci lavorare in due e segnare ogni giorno le entrate e le uscite.

Se questo foglio di lavoro ti torna utile e se questo articolo ti ha dato spunti e riflessioni che metterai in pratica, fammelo sapere nei commenti! Non vedo l’ora di leggerti e di leggere le tue considerazioni. Sai perché? Perché il tema dei soldi viene sempre concepito come un tabù: parlarne, invece, ci permette di renderlo un argomento normale (cosa che è) e vivere meglio la nostra gestione del denaro!

Lascia un commento