Come gestire i soldi in una coppia? 3 consigli infallibili

Come gestire i soldi in una coppia

Come gestire le spese di casa e i soldi in coppia? Come calcolare le entrate e le uscite? Come farlo risparmiando?
Tre anni fa mi sono posta queste domande e ho cercato di dare loro delle risposte semplici, che ho messo in pratica fin da subito. I risultati? In un anno, in coppia, gestiamo i soldi con qualche trucco e risparmiamo circa 20.000 euro in due, spendendone tra i 18.000 e i 20.000 euro. Come? Con questi 3 consigli infallibili.

1. Gestire i soldi in coppia: il budget

Farsi un budget significa sapere quante sono le entrate, quante le uscite, e di conseguenza sapere quanto si potrà spendere. Nel mio caso io e il mio compagno vivevamo fuori casa da un po’ prima della convivenza, quindi sapevamo già quanto spendevamo, singolarmente, per vivere. Tenere sempre traccia delle proprie spese è fondamentale per riuscire a fare un budget completo e corretto! Se non vivete ancora insieme vi consiglio di iniziare a tracciare fin da subito le spese e tutte le uscite che avete, mentre se convivete già, iniziate comunque a raccogliere le informazioni, perché vi saranno utili quando andrete poi a ricontrollare entrate e uscite.

Ecco quali sono gli step che seguo per controllare il budget di casa in due:

  • A inizio anno faccio un calcolo delle entrate e delle uscite, stimo quanto vogliamo risparmiare e individuo il budget totale di spesa mensile
  • Ogni mese, in un excel, segno le uscite
  • Ogni 6 mesi verifico che le uscite non superino il budget
  • A fine anno tiro le somme, se non siamo riusciti a risparmiare quanto volevamo valuto di applicare quel risparmio all’anno successivo

Per fare un esempio pratico, con dati fasulli: se in due le entrate fisse mensili sono di 3.500 euro e le uscite fisse mensili 1.500, mettendo che si vogliano risparmiare 1.000 euro al mese il budget mensile di spesa massima è di 2.500 (di cui: 1.500 euro di uscite fisse + 1.000 di extra).

Ho approfondito il metodo che utilizzo per calcolare il budget mensile in questo articolo, con un documento scaricabile completamente gratis!

Come calcolare il budget di coppia quando si parte da zero?

Come calcolare quante siano le entrate in due è abbastanza semplice, a meno che non abbiate svariate fonti di reddito: basta, semplicemente, sommare tutte le entrate attive (come lo stipendio) e passive (come i soldi che possono arrivare, ad esempio, dall’affitto di una casa di vostra proprietà).
Per quanto riguarda le uscite, invece, se non avete uno storico di quanto spendete abitualmente, potete fare un primo calcolo mensile a spanne, considerando le spese di base:

  • Affitto/mutuo
  • Bollette (in genere 100 euro al mese escono)
  • Costo dell’auto
  • Spesa (almeno 350 euro)

E le spese extra, come:

  • Cene o pranzi fuori
  • Cinema
  • Aperitivi
  • Viaggi
  • Trasporti
  • Shoopping
  • Palestra
  • Corsi vari

Vi basterà, poi, sottrarre alle entrate le uscite per capire se il vostro stile di vita sia o sarà sostenibile, oppure se dovete tagliare qualche uscita.
Un consiglio spassionato: calcolate anche quanto avete intenzione di risparmiare all’anno!
Se vuoi approfondire il metodo che ho utilizzato per calcolare le spese di coppia prima della convivenza e capire effettivamente quanto potrebbe costarvi vivere in due leggi questo articolo, in cui ti guido passo passo.

2. La gestione delle spese in casa: limitare le uscite risparmiando

Un secondo metodo che uso, quando mi capita, ad esempio, di sforare il budget mensile per un imprevisto (ad esempio durante le vacanze estive), sfrutto alcuni metodi per risparmiare e limitare le uscite.
Cerchiamo, innanzitutto, di essere oculati con la spesa: fare la spesa è fondamentale, ma esistono alcuni metodi per poter risparmiare su questa voce indispensabile delle uscite. Uno, ad esempio, è quello di acquistare prodotti scontati e fare scorta, utile specialmente per le famiglie numerose. Un altro può essere quello di cercare di acquistare il più possibile prodotti freschi e di cuocerli ed elaborarli in casa (il pane e le polpette, ad esempio, possono essere preparati in totale tranquillità anche a casa e il prezzo è ben più basso! Se hai piacere di approfondire come, leggi questo articolo in cui ti svelo qualche ricetta). La soluzione che preferisco è, però, l’acquisto della spesa online: gestire gli sconti e acquistare solo ciò che davvero ci serve in due è molto più semplice ed evitiamo gli sprechi. Inoltre, esistono diversi siti online che offrono la possibilità di acquistare prodotti locali di altri territori, con qualche sconticino: se vuoi scoprire come faccio la spesa online passo passo leggi questo articolo.

Un secondo metodo che utilizziamo è quello di stare attenti alle bollette e alle spese extra per la pulizia della casa: scegliamo pochi prodotti efficaci su diverse superfici (aceto per la casa e bicarbonato sono degli ottimi alleati per la pulizia della cucina!) e facciamo le lavatrici e le pulizie nella fascia energetica più economica, quindi durante i giorni festivi. Inoltre, abbiamo eliminato l’ADSL e abbiamo una saponetta che teniamo accesa solo quando serve (lavoriamo da casa in due e non ci ha mai dato problemi, provala!), e non acquistiamo libri, ma preferiamo la biblioteca. Anche su come risparmiare in casa ho scritto un articolo, con 10 azioni settimanali e mensili che facciamo per tenere d’occhio le nostre uscite.

3. Per gestire le spese di coppia Excel è un ottimo alleato

Che sia Excel, che sia il metodo Kabebo (che, come ho già citato più volte, uso parecchio), che sia un foglio di carta: tieni traccia di tutto. Excel, per me, è un alleato a cui non saprei rinunciare. Noi abbiamo un file condiviso su Google Drive su cui operiamo tutti e due, ogni settimana, inserendo le nostre spese. Ormai è diventata un’azione semplice e automatica!
Se sei alle prime armi e non sei ancora abituata a tenere traccia delle tue spese preferisci i pagamenti con la carta: i contanti, si sa, ci dimentichiamo di averli spesi!

Consiglio extra: parlare dell’economia domestica in coppia

So che il tema dei soldi e delle spese è delicato e, spesso, mette ansia. Nella nostra cultura spesso è un tabù! Pensa, ad esempio, al rapporto con i colleghi: vi siete mai detti quale sia il vostro ingresso netto mensile? Io stessa sono passata per questa fase ma poi, un po’ parlandone qui nel blog e un po’ attraverso il dialogo con il mio ragazzo, è diventato un normale argomento come altri. Tanto che all’inizio di questo articolo ho dichiarato le nostre entrate e risparmi senza alcun problema, perché credo fortemente che avere degli esempi reali a cui fare affidamento sia un’ottimo modo per ridurre i dubbi, le perplessità e le frizioni che ci sono rispetto a questo tema. E ti dirò di più: noi viviamo la nostra economia domestica con totale serenità, senza il pallino del risparmio e del budget (che, infatti, verifichiamo soltanto ogni 6 mesi) e senza limitarci troppo. Non abbiamo uno stile di vita costoso, certo, non usciamo spesso a cena (preferiamo avere ospiti a casa), non beviamo abitualmente, non abbiamo il costo di una palestra (andiamo a correre), non abbiamo molte spese per il trasporto per andare al lavoro (grazie al lavoro agile e al fatto che io vado a piedi o in bici). Ma non rinunciamo a quel viaggio in più o ad una spesa extra per comprare cibo di qualità, perché sono due elementi per noi importanti e cui quali non badiamo troppo al budget. Quello che ti consiglio è di avere un dialogo sincero con il tuo partner: parlate di quali sono le cose per cui siete disposti a spendere qualcosa in più, quali le attività per cui non siete disposti a farlo. Vedrai che le spese di casa non saranno motivo di ansia nella vostra coppia!

Quali sono i metodi che usi o, tra quelli citati, quelli che vorresti usare per gestire i soldi in coppia? Fammelo sapere nei commenti, sarò felicissima di leggerti e di rispondere alle tue domande!

Lascia un commento