Come organizzare i documenti a casa?

come organizzare i documenti a casa

Organizzare e archiviare i documenti di casa, per me, è un’attività noiosa. Ma so che è utile!
Avere tutti i documenti in ordine mi permette di recuperarli in velocità quando servono…e faccio un po’ di pulizia mentale, dimenticando che avevo scritto quella cosa lì nell’angolo di quel foglio che ho messo nel cassetto, sotto agli altri appunti.

(spoiler: di solito è Luca quello che si occupa dell’organizzazione dei documenti a casa, visto che è molto molto molto più preciso di me).

Come organizzare i documenti a casa: il metodo

Parti dalla selezione: ci sono dei documenti e materiali che davvero non servono nel lungo tempo. Controlla con attenzione, una volta al mese, tutti i documenti che hai accumulato e poi seleziona quelli che ha senso conservare ed elimina quelli di cui puoi fare a meno.

come organizzare i documenti di casa

Se non hai mai riordinato i documenti ti consiglio di raccoglierli tutti sul tavolo della cucina, sederti, prendere un bel respiro e iniziare a suddividerli per categoria. Puoi fare una pila di documenti di casa, una di documenti medici, una per quelli dell’auto, una delle bollette e una contenente tutto il resto. Ricordati di eliminare i documenti inutili!

Una volta suddivisi tutti i documenti, prendi buste trasparenti, etichette e penne. Ti consiglio di organizzare i documenti in ordine di data, scrivendo sulle etichette l’argomento della busta, come per esempio “bollette acqua” o “contratto affitto”, così che sia semplice andare poi a sistemarle in un quadernone ad anelli.

Man mano che entrano nuovi documenti in casa li sistemo nelle varie cartelle, così da non accumularne di inutili. Ma, come è normale, prima o poi mi sfuggirà qualcosa: ecco perché tengo una scatola di cartone in cui metto tutti i documenti sfusi, che una volta al mese andrò ad organizzare.

Documenti: quali conservare a casa

I documenti che devi conservare a casa sono quelli di:

  • macchina
  • utenze o bollette
  • salute
  • dichiarazione dei redditi
  • banca
  • garanzie e libretti delle istruzioni (con scontrino)
  • salute
  • lavoro
  • contratto di casa o documenti del mutuo

Questi sono i documenti di base, che poi possono cambiare a seconda delle situazioni: potresti dover conservare parcelle e fatture se sei un libero professionista o le spese condominiali o ancora gli atti di matrimonio e separazione.

archivio digitale per documenti

Tenere in ordine i documenti: archivio digitale

Siamo nel 2020: la maggior parte dei nostri documenti sono digitali. Non basta sapere che “sono nella mail” perché nel momento del bisogno non ti ricorderai più in che mail erano allegati…o sbaglio?

Ti consiglio di creare un archivio digitale. Io conservo nel mio archivio digitale il 90% dei documenti di casa, perché ha numerosi vantaggi:

  • non occupo spazio in casa
  • non spreco carta
  • è di facile consultazione
  • non accumulo documenti in casa

Puoi creare un archivio digitale per i documenti di casa in tanti modi, ma il mio preferito è il Drive, uno spazio virtuale in cui puoi collaborare a file e cartelle, archiviarli e condividerli da qualsiasi dispositivo mobile, tablet o computer.

Sì, hai capito bene! Ho una cartella nel Drive che si chiama “Documenti casa” con all’interno le sottocategorie “Bollette”, “Appartamento”, “Salute” e tanto altro, condivisa con Luca. Posso accedere dal cellulare e dal pc, così da archiviare subito tutti i documenti. Trovo che questa modalità sia veloce e funzionale, sempre a portata di pollice.

Potrebbe interessarti anche:

Come organizzarsi per la convivenza

Cosa regalare ad una coppia di amici che convive

Se vuoi leggere altri sull’organizzazione, iscriviti alla newsletter.

Lascia un commento